Cacciatore, l'uomo
d'acciaio gialloblù
e l'«X-Factor»

Fabrizio Cacciatore di spalle
Fabrizio Cacciatore di spalle
 
Davide Cailotto13.12.2017

Il più presente di tutti, 18 su 18 tra campionato e Coppa Italia. Anche il Chievo ha il suo stakanovista, Fabrizio Cacciatore. Uno che macina chilometri con qualità sulle fasce.

«Sono contentissimo, è un bel traguardo. Speriamo di continuare così fino alla fine», sorride in conferenza stampa il difensore che, poi, pensa all'immediato futuro: il Crotone. «Senza dubbio una gara difficile ma, dopo tre anni che lavoriamo insieme come gruppo, c'è molta più consapevolezza dei nostri mezzi. Adesso sappiamo cosa possiamo dare effettivamente in campo. L'unica accortezza, è quella di mantenere sempre la concentrazione al massimo, altrimenti diventa tutto complicato».

 

Dopo il bel pareggio con la Roma, la classifica invoglia a sognare il giro di boa con 30 punti in saccoccia. Insomma, filotto contro Crotone, Bologna e Benevento. Non impossibile. «È quello che ci auguriamo, ovviamente proveremo a dare il massimo». Nel frattempo, per ingannare l'attesa a casa Cacciatore ochhi puntati sulla finalissima di X Factor. «Tifo Samuel Storm», confida Fabrizio, «ma apprezzo anche Enrico Nigiotti. Viva i cantautori italiani». La colonna sonora del 2017 del Chievo, è già scritta. 

CORRELATI