Cangrande, la terza
volta di Federica
«Grazie Verona»

Federica Pellegrini
Federica Pellegrini
 
A.P.12.03.2018

Federica Pellegrini vince il suo terzo Cangrande, condividendolo con il suo coach veronese Matteo Giunta, ma l'emozione è sempre la stessa: «A questi riconoscimenti non ci si abitua mai», racconta ai microfoni di TeleArena, «specie se è la tua città a premiarti».

Dopo la delusione delle Olimpiadi di Rio, la Pellegrini si è rifatta alla grande vincendo i Mondiali di Budapest, motivo per il quale è stata giudicata miglior sportivo veronese del 2017.

Ora l'obiettivo sono i Giochi di Tokyo 2020: «Saranno le mie ultime Olimpiadi e voglio farmi trovare pronta. Sono gli ultimi anni di una lunga carriera, ma nuotare resta per ora la mia vita».

QUI il video della premiazione. 

 

Federica ha ritirato il premio, il più alto riconoscimento che Verona consegna agli sportivi per i risultati dell’anno precedente,  sul palco della Gran Guardia. «Verona mi ha sempre permesso di allenarmi con serenità mettendomi a disposizione al Centro Federale tutto quello che serve per la preparazione», ha dichiarato. Prevede impegni nel mondo della moda, del cinema o allenerà atleti raccogliendo l’eredità di Alberto Castagnetti? «Mah, sarei un’allenatrice severa, non so se sarei abbastanza psicologa con Matteo», ha risposto, riferendosi a Giunta, il tecnico che segue lei, e Luca Pizzini nella piscina di via Galliani, anche lui sul palco per il premio allenatore.

CORRELATI
Primo Piano
La proposta di nozze  in Arena
 
L'annuncio durante il bilancio areniano

Mazzi: «In Arena
voglio Morricone
e i Ferragnez»

Condividi la Notizia
 
Condividi la Notizia