Ispettore Rex, un giallo fra Christie e Pirandello

L’ispettore Rex a Sant’Eufemia
L’ispettore Rex a Sant’Eufemia
F.SAGL.26.08.2018

Da domani al 2 settembre va in scena al chiostro di Sant’Eufemia (alle 21) «L’incredibile ispettore Rex», una commedia a tinte gialle di Theodor Bold proposta dalla compagnia Einaudi - Galilei per la doppia regia di Renato Baldi e Marco Frassani. In una isolata e nebbiosa villa della Cornovaglia è stato compiuto un delitto, un cadavere giace dietro il divano e tutti quelli che abitano lì sono sospettati. Ma solo uno di essi è l’autore del crimine su cui indaga l’ispettore Rex, giunto misteriosamente sul posto attraverso le paludi. L'allestimento si snoda su due piani narrativi: uno in linea con il più classico dei gialli, l’altro quasi metateatrale. Ciò che il pubblico vede, infatti, è a sua volta filtrato dagli occhi e commenti di due buffi critici teatrali che assistono allo spettacolo per recensirlo, e che saranno risucchiati in scena, fino a vestire parti con esiti esilaranti e imprevedibili. «Si innesca così «un gioco teatrale (o metateatrale) nel quale saranno coinvolti anche gli spettatori», spiegano i registi, «una vena di follia comica in cui i ruoli classici si invertono, i ruoli prestabiliti si confondono, il meccanismo codificato si spezza». A interpretare la commedia a metà via tra un giallo di Agatha Christie e Pirandello, in una fusione tra parodia e realtà, sono: Lorenzo Goldin, Nadia Bitante, Claudia Gandini, Nicolò Signori, Beatrice Varalta, Stefania Bergamini, Nicolò Gazzaniga, Roberto Ariosto. •