Blues Made in Italy
fa il pieno: oltre
5mila spettatori

Mike Sponza band (Brusati)
Mike Sponza band (Brusati)
 
15.10.2018

Oltre cinquemila persone (cifra stimata per difetto) alla nona edizione di Blues Made in Italy a Cerea. Il raduno dei musicisti blues ha richiamato addetti ai lavori ma anche un pubblico numeroso.

 

Musica dalle 10 del mattino all’una di notte. Nei nostri video, le esibizioni finali sul palco principale, dedicato al blues elettrico: Mike Sponza e la sua band; il duo Mora & Bronski; Gennaro Porcelli e il suo gruppo, Gospel Bopok Revisited; e Tolo Marton.

 

Sul palco centrale hanno suonato: Angela Mosley & The Blu Elements, Bad Blues Quartet, Band of Men, Big Black Mama, Dirty Soul Blues Band, Frank Get, G-Fast & The Freak Orkestar, Gospel Book Revisited, Hot Shanks Blues Band, I Shot a Man, Jonas Blues Band & The Hardboilers – Tribute to Herbie Goins, Kevin Di Marco, Lovesick Duo, Manuel Tavoni, Mike Coacci Band, Serena & The Bluestains, Simone Nobile Blues Band, Stefano Stella Band, The Big Blue House, The Fireplaces e Van Kery Blues Band. Sul palco acustico c’erano: Best Before War, Claudio “Boogie” Zulian, Diego Schiavi, Dirty Mistreaters, Gabriele Dusi, Laura Luisetto & Stefano Ongarato, Little Blue Slim, Mr. Blue Duo, Piero De Luca & Big Fat Mama, Riccardo “Wolf” Castellini, Salvatore Pecoraro, Simon & Philips Duet, The Blind Catfish e Vincenzo Tropepe. Gli ospiti speciali (in ordine di apparizione), presentati da Maurizio “Dr Feelgood Faulisi”: Andreino Cocco & Patatrac, Daniele Tenca, Joe Valeriano, Mike Sponza Band, Gennaro Porcelli & Gospel Book Revisited, Mora & Bronski, Tolo Marton e Francesco Piu.

 

Giulio Brusati

CORRELATI