Strategie di azione L’Alta Pianura incontra i Comuni

G.C. 03.11.2018

Prenderanno il via lunedì gli incontri promossi dal Consorzio di bonifica Alta Pianura Veneta che vuole ascoltare i rappresentanti dei 98 Comuni di sua competenza. «È il nostro stile», dice il presidente Silvio Parise, «fatto di dialogo, trasparenza ed efficienza. Confrontarsi con le amministrazioni locali significa per noi avere la consapevolezza delle esigenze del territorio e cercare, con i mezzi a nostra disposizione, di soddisfarle al meglio». Gli incontri saranno raggruppati in quattro aree di riferimento e si concluderanno l’8 novembre. «Il Consorzio, ente preposto alla salvaguardia del territorio e alla difesa del suolo», continua il presidente, «si confronta periodicamente con gli interlocutori locali per raccogliere le loro osservazioni in modo da poter lavorare sempre meglio e rendere compartecipi le Amministrazioni di quanto attua sul territorio. A coprire e rappresentare un territorio di 98 Comuni, il Consorzio ha 20 consiglieri che gli riportano il punto di vista, le criticità e le aspettative dagli amministratori locali». Riconoscendo che negli scorsi anni questi incontri tra il Consorzio ed i rappresentanti locali hanno dato buoni frutti, si vuole proseguire su questa strada. Dei quattro incontri in programma durante la prossima settimana, solo uno interessa i comuni veronesi aderenti al Consorzio. Sarà martedì alle 17 nella sede operativa Consorzio di bonifica Alta Pianura Veneta in via Oberdan 2, a San Bonifacio. Coinvolgerà gli amministratori locali di Terrazzo, Legnago, Boschi Sant’Anna, Bevilacqua, Minerbe, Bonavigo, Merlara, Urbana, Montagnana, Pressana, Cologna Veneta, Veronella, Zimella, Albaredo d’Adige, Arcole, Cazzano di Tramigna, Montecchia di Crosara, Monteforte d’Alpone, Roncà, San Bonifacio, San Giovanni Ilarione, Soave, Grezzana, Verona, Mezzane, San Martino Buon Albergo, Lavagno, Zevio, Tregnago, Illasi, Colognola ai Colli, Caldiero e Belfiore. L’ultimo incontro sarà invece l’8 novembre. •