Ruba una bici da 2.500 euro, scappa investe un carabiniere e viene preso

Le biciclette recuperate dai carabinieri di Bardolino dopo il furto al turista
Le biciclette recuperate dai carabinieri di Bardolino dopo il furto al turista
C.F.03.07.2018

I carabinieri di Bardolino hanno arrestato un pregiudicato di Pescantina, G.C., noto alle forze dell’ordine di tutta la provincia veronese, in flagranza del reato di furto aggravato e resistenza a pubblico ufficiale. I movimenti del 53enne (difesa Mirko Zambaldo) che era tenuto d’occhio da tempo dai militari visto la lunga sfilza di precedenti, da giorni erano sotto controllo: domenica pomeriggio, dopo aver affrontato il percoso Pescantina-Garda in sella alla «sua» bicicletta da donna (pare anche questa rubata), G.C. è stato «beccato» a girare con fare sospetto nel centro di Garda. Ad un certo punto è stato visto armeggiare e forzare il lucchetto di una fiammante bicicletta, del valore superiore ai duemilacinquecento euro, lasciata temporaneamente incustodita da un turista straniero in vacanza in paese. Ne è scattato un inseguimento nel quale G.C. pur di non essere fermato non ha esitato ad «investire» un giovane carabiniere fuori servizio, quindi in borghese, che per fortuna non ha riportato ferite. Dopo alcune centinaia di metri è stato bloccato e arrestato. Ieri mattina si è tenuto in tribunale il processo con rito direttissimo: il giudice Silvi ha convalidato l’arresto comminando all’imputato una pena di dieci mesi di reclusione (sospesa) con obbligo di firma in caserma a Pescantina. •