Richiedenti asilo,
454 nuovi posti
a Verona: ecco dove

Richiedenti asilo durante un corso
Richiedenti asilo durante un corso
Francesca Lorandi 06.07.2018

Sono 454 i nuovi posti offerti dalle 13 cooperative che hanno partecipato all’ultimo bando per l’accoglienza dei richiedenti asilo pubblicato dalla prefettura di Verona. 

Base d’asta di 35 euro pro capite pro die. I soggetti che hanno partecipato alla gara, oltre a mettere a disposizione quei 454 nuovi posti, ne hanno offerti altri 803 per le posizioni da regolarizzare.

 

DOVE VERRANNO OSPITATI

La maggior parte delle posizioni, più di 70, si trovano a Verona città, in appartamenti messi a disposizione da privati. La cooperativa Albanuova di Nogara ha offerto, tra nuovi e da regolarizzare, 281 posti tra città e Bassa Veronese, cioè nei comuni di Legnago, Castagnaro e Bovolone; la VirtusVecomp 130, distribuiti tra Zevio, Bovolone, Nogara, Veronella, Monteforte e Verona. Duecento in totale i posti che sono stati messi a dispozione dalla cooperativa San Francesco di San Bonifacio: si trovano tra la città di Verona, San Giovanni Ilarione, Isola Rizza, Casaleone, Cerea, Gazzo, Vago di Lavagno e Caprino. Villa Buri si è presentata con 18 posti, la padovana Un mondo di gioia con 24 tutti concentrati ad Albaredo d’ Adige, la bresciana Exopra ne ha offerti 6, reperiti a Badia Calavena, mentre Multiforme onlus di Soave, Gaia 3 di Grezzana, la bolognese Medihospes hanno messo a disposizione solo posti da regolarizzare, in totale 78. La società cooperativa Spazio Aperto di Bussolengo ha offerto 284 posizioni, una ventina delle quali nuove, a Domegliara. La torinese Babel si è presentata con 48 posti complessivi: quelli nuovi li ha trovati a Sant’Ambrogio di Valpolicella e a Marano. Across di Caprino Veronese ne ha indicati tra nuovi e da regolarizzare 130, alcuni dei quali a Torri del Benaco. Infine la veronese Joy, con 6 nuovi posti e 52 da regolarizzare.

Le cooperative dovranno garantire agli ospiti almeno dieci ore di sostegno psicologico e otto ore settimanali di insegnamento dell’italiano.