Est
Vai a
Vai a

Pfas, la Regione
pagherà le analisi
nei pozzi agricoli

Acqua dai rubinetti: la Regione pagherà le analisi nelle zone colpite
Acqua dai rubinetti: la Regione pagherà le analisi nelle zone colpite (BATCH)
21.04.2017

La Giunta regionale pagherà le analisi sulle acque dei pozzi ad uso agricolo nella ‘zona rossa’ a rischio di contaminazione dai Pfas. In questi giorni sono in distribuzione nei 21 Comuni individuati come area più a rischio, la cosiddetta zona ‘rossa’, volantini e lettere informative rivolte ad allevatori e agricoltori.

 

Dopo il monitoraggio delle acque della rete potabili e degli scarichi, e la campagna di analisi biologiche sugli abitanti che risiedono nell’area interessata dalla contaminazione di sostanze perfluoro-alchiliche, la Giunta regionale assume a proprio carico anche la spesa per le analisi delle acque dei pozzi per l’abbeverata degli animali, per la produzione degli alimenti, compreso anche il lavaggio dei prodotti orticoli e frutticoli e per la irrigazione delle colture agrarie ricadenti nel territorio dei comuni di Brendola, Sarego, Lonigo, Alonte, Zimella, Asigliano Veneto, Cologna Veneta, Poiana Maggiore, Noventa Vicentina, Pressana, Roveredo di Guà, Montagnana, Bevilacqua, Boschi Sant’Anna, Terrazzo, Veronella, Minerbe, Arcole, Legnago, Bonavigo, Albaredo d’Adige.

 

La spesa per le analisi sarà a carico della Regione – precisa l’assessore all’Agricoltura Giuseppe Pan, che ha concertato con il tavolo sull’agricoltura e i 21 sindaci dell’area interessata l’ulteriore intervento - solo qualora il pozzo interessato dal campionamento sia stato autorizzato dagli Uffici del Genio Civile competente per territorio e in regola con il pagamento del relativo canone". 

Primo Piano
L'elisoccorso svizzero
 
Un 36enne di Grezzana, ferito il fratello

Alpinista veronese
precipita e muore
sulle Alpi svizzere

Condividi la Notizia
 
Condividi la Notizia
 
Condividi la Notizia
Condividi la notizia