L'Arpav: «Miteni
sospenda subito
le attività»

La manifestazione a Vicenza
La manifestazione a Vicenza
Luca Fiorin 07.07.2018

L'Arpav ha chiesto alle autorità competenti che venga sospesa l'attività di Miteni.

L'Agenzia regionale per l'ambiente - in seguito al fatto che attorno all'azienda chimica di Trissino, già considerata da Arpav responsabile per oltre il 97 per cento della contaminazione da Pfas, è stata riscontrata la presenza di un nuovo inquinante emergente – avrebbe infatti deciso di proporre l'adozione di provvedimenti drastici.

Il direttore generale dell'Agenzia, Nicola Dell'Acqua, che è anche commissario straordinario per l'emergenza legata all'inquinamento, si limita a dire: «Abbiamo segnalato alla Procura di Vicenza (la quale sta portando avanti le indagini sulla contaminazione, che interessa anche molti Comuni del Basso ed Est Veronese, ndr), alla Regione ed alla Provincia di Vicenza la presenza di un nuovo contaminante».

Dopo che politici di area Pd e M5S si erano trovati d'accordo nel chiedere l'adozione di misure nei confronti di Miteni, ieri pomeriggio una rappresentanza di Mamme no Pfas, erano qualche decina, ha manifestato davanti al tribunale di Vicenza per chiedere provvedimenti.