I bus Atv d’estate hanno orari a misura di turista

Un bus dell’Atv percorre la tratta tra Verona e Peschiera nel periodo estivo
Un bus dell’Atv percorre la tratta tra Verona e Peschiera nel periodo estivo
Luca Fiorin 07.06.2018

Viaggiare con i mezzi pubblici nelle zone della provincia più amate dai turisti come se si fosse in città. Questa è la sfida che si è posta Atv, l’azienda che gestisce il trasporto su ruote nel Veronese, con il nuovo orario estivo, che sarà operativo a partire da lunedì. I nuovi tabelloni di Atv da una parte confermano nella sostanza il servizio che era stato garantito nell’estate del 2017, ma, dall’altra portano una serie di novità rilevanti. Per quanto riguarda la città c’è la riattivazione del transito della linea 61 da viale della Repubblica, con una frequenza ogni 30 minuti, che verrà proposta anche per la 62, e l’estensione all’intera giornata del passaggio a ogni ora dei bus della linea 13, per Mizzole. Da sottolineare, però, è soprattutto la nuova conformazione che avrà il servizio extraurbano. Se il trasporto a favore dei pendolari sarà garantito per quanto riguarda le tratte che partono dai due principali Comuni della provincia va poi sottolineato che ci sarà un significativo ampliamento dell’offerta. Sul versante delle conferme, è mantenuta anche in estate la frequenza di un bus ogni ora tra Legnago e Verona della linea 144 per tutto l’arco della giornata, con ulteriori rinforzi nelle ore di punta, e quella cadenzata ogni mezzora, che diventerà di un’ora a metà mattina e pomeriggio, sulla direttrice Villafranca-Verona, grazie alle linee 157, 158, 159 e 160. L’innovazione principale dell’estate 2018 riguarda l’istituzione di un collegamento diretto tra il Lago di Garda e Valeggio. Grazie al prolungamento della linea 479, Salionze, Valeggio e Borghetto saranno collegati con Peschiera, Lazise e le località dell’entroterra gardesano fino ad Affi, con cinque corse in andata ed altrettante in ritorno, tra le 8 e le 20. «Si tratta di un’opportunità di sviluppo del nostro già importante afflusso turistico che stavamo inseguendo da tempo e che è stata accolta con grande favore anche dagli operatori privati locali», hanno commentato, ieri, alla presentazione dell’orario il sindaco di Valeggio Angelo Tosoni ed il suo vice Marco Dal Forno. Per quanto riguarda il Lago, è stata confermata la rete dei servizi bus, che negli ultimi tre anni ha registrato un aumento di passeggeri del 53 per cento e che prevede un servizio da Riva fino a San Benedetto di Lugana, coprendo tutte le località della sponda veronese, Gardaland compreso, tutti i giorni con servizi fino all’una di notte. Lo scorso anno i viaggiatori sono stati 744.000, con incrementi registrati soprattutto ad inizio e fine estate, e molto significativo è stato anche l’aumento del collegamento tra il Lago e l’aeroporto Catullo, con il 29 per cento in più di passeggeri, che in tutto sono stati 8.300. Fra le conferme, poi, ci sono la riproposizione del pass unico Atv-Funivia di Malcesine, la possibilità di viaggiare su mezzi con portabici sul Garda-Baldo, la linea Lago-Venezia, l’anno scorso utilizzata da più di 7.000 passeggeri, quella per il post-opera in Arena, la Verona-Cattolica, con orari anche per i week-end, la rete riguardante la montagna, comprese le corse per i bikers da Verona a San Giorgio, e la collaborazione con Navigarda. Fra le proposte di maggior successo, che ovviamente è stata riproposta, c’è poi la linea che porta da Garda a Spiazzi e, da qui, con navetta, al santuario della Madonna della Corona. «Un’opportunità sfruttata l’anno scorso da più di 90.000 persone», spiega il direttore di Atv Stefano Zaninelli. • © RIPRODUZIONE RISERVATA