Bomba d'acqua
Zaia firma
lo stato di crisi

Auto sott'acqua in lungadige Attiraglio (Dienne)
Auto sott'acqua in lungadige Attiraglio (Dienne)
 
02.09.2018

Il presidente della Regione Veneto Luca Zaia ha firmato questa mattina lo stato di crisi per Verona e le zone della provincia scaligera colpite dai violenti nubifragi di ieri che hanno creato danni ad abitazioni, impianti, opere pubbliche e strutture industriali e produttive.

«Chiederemo al governo non soltanto la dichiarazione dello stato di emergenza ma anche una attenzione particolare a cittadini e imprese», assicura Zaia. «Ho seguito per tutta la notte – fa sapere il presidente del Veneto - in costante contatto con l’assessore alla Protezione Civile Gianpaolo Bottacin l’organizzazione della macchina dei soccorsi, la mobilitazione e la dislocazione delle squadre dei volontari regionali che hanno risposto come sempre con entusiasmo e professionalità. Oggi le 36 squadre già operanti sui territori saranno ulteriormente rafforzate, mentre anche i Vigili del Fuoco - che non ringraziamo mai abbastanza - sono operativi con squadre provenienti anche dalle province vicine».

«Ovviamente, e come sempre, il decreto sullo stato di crisi resterà “aperto” per consentire ai sindaci di completare il censimento dei danni a opere pubbliche, infrastrutture, privati e imprese».

 

Nel frattempo vigili del fuoco e protezione civile sono ancora impegnati in decine di interventi in tutta la provincia: le situazioni più preoccupanti in Valpolicella e nell'Est veronese.

CORRELATI