Est
Vai a
Vai a

Verso le elezioni di marzo

13.01.2018

La norma sull’obbligo di contraddittorio tra opinionisti in campagna elettorale si applica solo a format tematici, cioè a programmi nati per occuparsi di un argomento specifico. A chiarirlo è l’Autorità per le Comunicazioni dopo le polemiche sulla regola per la par condicio. Secondo Ordine dei giornalisti e Fnsi, la precisazione dirada alcuni dubbi. «Resta però il vizio genetico del regolamento» specificano «che non avrebbe dovuto individuare il giornalista come un soggetto che sceglie a priori di sostenere una tesi».

Condividi la notizia