Politica napoletana
contro i tifosi Hellas:
«Terrore in treno»

Francesca Menna (consigliere comunale M5S Napoli)
Francesca Menna (consigliere comunale M5S Napoli)
07.01.2018

Il giorno dopo il ferimento di cinque agenti da parte di ultras napoletani che avevano attaccato i tifosi veronesi, il match fra Napoli ed Hellas continua a far discutere.

Il motivo è il post su Facebook scritto da una consigliera comunale di Napoli, che racconta di aver viaggiato da Verona a Napoli in treno con i sostenitori gialloblù.

«Ho dovuto sentirmi per più di quattro ore», scrive, «cori che inneggiavano alla morte mia in quanto meridionale, dicevano che puzzo, che siamo mongoloidi e africani (come se fosse un’offesa), che io sono una putt.. (poichè tutte le mamme meridionali lo sono) e che ammazzarci non è un reato».

L'esponenente del M5S prosegue nel post (che aveva centinaia di condivisioni ma che in serata ha poi cancellato): «Ci hanno terrorizzato tutto il tempo! Hanno iniziato a bere dalle 6 del mattino, ognuno di loro, infatti aveva una busta di plastica con almeno 20 lattine di birra a testa e ubriachi persi urlavano cori violenti e apprezzamenti volgari su ogni donna che passava. ».

CORRELATI