Est
Vai a
Vai a

Pizza napoletana
patrimonio Unesco
Il Veneto applaude

La pizza è patrimonio mondiale dell'Umanità
La pizza è patrimonio mondiale dell'Umanità
07.12.2017

«È per me davvero una grande soddisfazione apprendere che l’Unesco ha inserito l’arte dei pizzaiuoli napoletani nella lista dei beni immateriali dell’umanità. Un riconoscimento che assegna piena e totale dignità a un prodotto fortemente identitario, simbolo di una gastronomia la cui genuinità si basa sui prodotti tipici del territorio». Con queste parole, il Presidente della Regione del Veneto Luca Zaia, che nella sua veste di Ministro delle Politiche Agricole avviò il processo per il riconoscimento nel 2009, commenta la decisione assunta dall’Unesco.

ll 12° Comitato per la Salvaguardia del Patrimonio Culturale Immateriale dell’Unesco, riunito in sessione sull’isola di Jeju, ha valutato positivamente la candidatura italiana. Lo ha annunciato la delegazione italiana che sull’isola della Corea del Sud ha atteso il riconoscimento sperato. I lavori del Comitato Unesco si concluderanno il 9 dicembre e solo al termine di questa ultima sessione il riconoscimento dell’Arte del pizzaiuolo napoletano sarà ufficialmente ratificato, dando il via ai festeggiamenti ufficiali.

«La mia soddisfazione è doppia – prosegue Zaia – perché, consapevole del patrimonio culturale e umano sotteso a questo straordinario prodotto, nel 2009, da Ministro, istituii una task force, un gruppo di lavoro, per avviare il processo per il riconoscimento». 

 

Condividi la notizia