Assassinata a Padova: arrestato

13.01.2018

Per l’omicidio di Liliana Armellini, la 73enne uccisa ad Este il 23 maggio del 2016, i carabinieri hanno arrestato Michele Bonaldo, pregiudicato 37enne. Nei suoi confronti il gip del tribunale di Rovigo ha firmato un’ordinanza di custodia cautelare il 14 dicembre scorso per omicidio a scopo di rapina e ora è stato rintracciato e portato nella casa circondariale di Rovigo. La vittima condivideva l’abitazione con la sorella Vittorina, di due anni più grande e inferma a letto. L’attività di indagine, condotta attraverso racconti dei testimoni, intercettazioni telefoniche e ambientali e gli esami biologici condotti dal Ris di Parma, ha permesso di ricostruire la vicenda. Nella notte tra il 22 e il 23 maggio Bonaldo si sarebbe introdotto nella casa della vittima che conosceva perché lì aveva svolto alcuni lavoretti e perché era stato il compagno della badante. Per costruirsi un alibi avrebbe lasciato il suo telefono al fratello e gli avrebbe chiesto di inviare dei messaggi preimpostati alla compagna. Si sarebbe quindi introdotto nell’abitazione delle due anziane e, dopo aver immobilizzato la vittima, l’avrebbe picchiata al volto e al corpo e infine soffocata. Il rapinatore avrebbe rubato una somma di circa mille euro, mentre invece non ha trovato quella più consistente di 10mila euro di cui conosceva l’esistenza ma non il nascondiglio.