Lavoratori da Gentiloni: «Blocchi i licenziamenti»

12.01.2018

Sale la protesta dei lavoratori dell’Embraco, azienda del gruppo Whirlpool, che ha annunciato la chiusura dello stabilimento di Riva di Chieri, alle porte di Torino, e 500 licenziamenti. «Chiederemo un incontro al presidente del Consiglio Paolo Gentiloni, che domani (oggi, ndr) sarà al Lingotto per l’assemblea degli amministratori locali del Pd», annunciano i lavoratori che già al mattino presto arrivano davanti ai cancelli della fabbrica per mettere a punto le iniziative di protesta. «Solo il premier può bloccare i licenziamenti», affermano Fiom e Uilm. Una delegazione di lavoratori partirà invece per Roma, dove alle 14 è convocato un incontro dal ministero dello Sviluppo Economico, Carlo Calenda. C’è tanta rabbia tra i lavoratori che da tre mesi presidiano, giorno e notte, lo stabilimento. La preoccupazione c’era da tempo, ma non si aspettavano una decisione così drastica, con la chiusura dell’attività produttiva. Per questo in centinaia sono partiti in corteo dietro al loro strisc, hanno bloccato il traffico e hanno poi avuto un incontro con il sindaco.