Il bando
e i fondi
regionali

03.06.2017

Alla vigilia dell’Anno europeo del patrimonio culturale, indetto per il 2018, la Regione Veneto investe la carta dei fondi comunitari Fse per sostenere progetti formativi per sviluppare nuove competenze digitali e aiutare le imprese del sistema creativo e culturale a diventare volano di sviluppo. È l’obiettivo del bando «Cultura come investimento» indetto dalla Regione e finanziato con i fondi Fse, in scadenza il 5 giugno, rivolto a enti di formazione accreditati. I migliori progetti selezionati avranno accesso ai contributi Fse (fino a 80 mila euro a progetto) per un impegno di spesa di un milione. In Veneto sono oltre 12mila le imprese che operano nel restauro e nella conservazione dei beni culturali, con 28mila addetti e un volume d’affari sui 3 miliardi e mezzo di euro. Il bando sosterrà progetti formativi per potenziare le competenze digitali degli operatori del sistema creativo e culturale regionale, tra cui quelli dell’editoria e informazione, radio, televisioni e new media, facilitare l’accesso ai beni culturali, promuovere la collaborazione tra soggetti e istituzioni per rafforzare l’imprenditorialità nella cultura e comunicazione.