Azienda di carni
pronta a licenziare
24 lavoratori

Gli esterni dello stabilimento
Gli esterni dello stabilimento
Francesca Lorandi01.08.2017

Stella 81 ha avviato la procedura per il licenziamento collettivo di 24 lavoratori. La società specializzata nella lavorazione delle carni, che conta su un’ottantina di dipendenti distribuiti tra la sede di Isola della Scala e lo stabilimento di Concamarise, sarebbe stata spinta a una riorganizzazione aziendale a fronte di «una situazione debitoria imponente che coinvolge tredici banche», spiega Stefano Facci della Flai Cgil.

Macchinari e dipendenti che si occupano del disosso si trovano a Isola della Scala, dove lavorano anche gli impiegati della società: questo stabilimento, stando ai piani dell’azienda, verrà chiuso definitivamente. Tutta l’attività sarà concentrata a Concamarise, dove però verrà eliminata la logistica, che si occupava del trasporto delle carni ai clienti, per lo più ristoranti del Veronese e del Mantovano.

 

«Per la rapidità e la modalità con la quale è stata avviata la procedura», aggiungono i sindacati, «l’azienda rischia di togliere ai lavoratori ogni possibilità di utilizzo degli ammortizzatori sociali come la cassa integrazione o la solidarietà». I tempi sono stretti, la procedura scadrà infatti a metà settembre: «L’idea è che ci fosse qualche soggetto interessato ad affittare il ramo d’azienda che Stella 81 vuole chiudere», commenta Facci. E aggiunge: «Abbiamo già fatto incontri in azienda e nella sede di Confindustria, ora cercheremo di muovere anche le istituzioni».