Al via oggi
a Borgo Trento
uno sciopero
itinerante

30.05.2017

Sarà di città in città e interesserà tutto il Veneto da oggi a lunedì 12 giugno lo sciopero dei settori del turismo (bar, mense, alberghi, ristoranti) e multi servizi (pulizie a partire da scuole e ospedali e custodia nei musei) proclamato da Filcams Cgil, Fisascat Cisl, Uiltucs Uil e Uiltrasporti per il rinnovo dei contratti di lavoro scaduti nel 2013.

L’astensione di 8 ore, si legge in una nota sindacale, sarà accompagnata da presidi davanti agli ospedali. Si parte oggi con l’astensione dal lavoro nelle province di Verona e Padova. Una manifestazione è prevista dalle 10.30 alle 13 davanti all’Ospedale Borgo Trento e un’altra a Padova dalle 10 alle 13 in Azienda Ospedaliera. Domani sarà la volta di Rovigo (con le stesse modalità), mentre a Treviso si terrà un sit in al Provveditorato agli studi. Il 5 giugno la staffetta passa a Belluno e il 6 ancora a Treviso, con un presidio davanti all’ospedale Ca’ Foncello. Il 12 giugno toccherà a Vicenza, mentre Venezia deve definire le modalità.

Le controparti, rileva la nota «hanno sempre posto come condizione per il rinnovo dei rispettivi contratti la restituzione di parte di importanti elementi economici e normativi (permessi, scatti, carenza malattia) secondo la logica sbagliata che un accordo nazionale debba vedere un finanziamento diretto dei lavoratori».