Amazon strizza l’occhio
alle vendite di vino online

Cresce la percentuale di acquisti on line, anche per il vinoLe aziende puntano a nuovi mercati e cercano esperti di export
Cresce la percentuale di acquisti on line, anche per il vinoLe aziende puntano a nuovi mercati e cercano esperti di export (ORLANDIR)
09.04.2016

Chi ancora oggi sostiene che il vino italiano fatichi a essere venduto online, deve fare i conti con alcuni numeri: lo scorso anno gli acquisti sul web da parte di consumatori italiani hanno raggiunto i 16,6 miliardi di euro, 2,2 miliardi in più rispetto al 2014, e la penetrazione dell’e-commerce ha superato il 4% del totale consumi retail. E, tra i settori che più stanno contribuendo a questa crescita, secondo l’Osservatorio e-commerce B2c Netcomm del Politecnico di Milano, c’è anche il Food&Wine. Ne segue che, quei produttori che ancora guardano con scetticismo a questo fenomeno, è ora che inizino a farsene a una ragione. E ad attrezzarsi.

In questo contesto Vinitaly, in partnership con Veronafiere, ha avuto l’intuizione di creare Vinitaly Wine Club, il progetto e-commerce orientato alla promozione e alla vendita online del vino italiano in Italia e all’estero. Grazie a un’importante esperienza maturata negli anni, l’e-commerce Vinitaly Wine Club si è affermato nel settore del vino italiano online, valorizzando l’importanza dell’innovazione, dell’alta qualità dei prodotti e di un accurato servizio d’assistenza e gestione, elementi fondamentali per la vendita online.

Motivazioni che hanno attirato l’attenzione di H-Farm, la società trevigiana guidata da Riccardo Donadon, specializzata in innovazione, in grado di supportare la creazione di nuovi modelli d’impresa e la trasformazione ed educazione delle aziende italiane in un’ottica digitale. Un’attenzione che porterà a un ulteriore sviluppo digitale della piattaforma e-commerce di Vinitaly: H-Farm un mese e mezzo fa ha infatti annunciato il suo ingresso con una partecipazione del 36,5% nel capitale sociale di DesignWine, società partecipata anche da Veronafiere e che coordina Vinitaly Wine Club e l’applicazione mobile Vino.

I primi risultati della sinergia sono arrivati alla vigilia di questa edizione di Vinitaly, la cinquantesima dalla fondazione: Amazon.it ha annunciato l’apertura del nuovo store dedicato al vino italiano, nato in collaborazione con Vinitaly Wine Club. Dal 4 aprile scorso, l’offerta di vini su Amazon.it si è arricchita infatti di nuove etichette vinicole made in Italy, provenienti da tutte le regioni d’Italia, selezionate e vendute da Vinitaly Wine Club sul Marketplace di Amazon.it. I clienti del colosso mondiale dell’e-commerce potranno ricevere il proprio vino preferito in massimo 48 ore in tutta Italia, scegliendo tra prodotti di oltre 500 cantine, più di 300 denominazioni e oltre 700 vini.

E un’altra collaborazione è nata invece tra Vinitaly Wine Club e Vinocult.it, il più grande sito italiano dedicato all’abbinamento tra vino e cibo, nato dalla cooperazione fra Fondazione Italiana Sommelier, Fede&Tinto, Giallo Zafferano e Wine Dreamers. Grazie a questa sinergia Vinocult.it si è arricchito del servizio e-commerce, permettendo a tutti gli utenti non solo di scoprire i perfetti abbinamenti fra cucina e vino, ma anche di acquistare facilmente online su Vinitalyclub.com e in assoluta sicurezza i vini suggeriti in abbinamento alle ricette proposte.  In cinque mesi sono stati circa 100mila i visitatori del sito Vinocult.it alla ricerca degli abbinamenti perfetti fra cibo e vino, con circa 1.500 etichette dei migliori produttori italiani proposte e sempre a portata di smartphone. F.L.