Est
Vai a
Vai a

Ritratti in aula
negli scatti
di Fabio Boni

Fotografia di Fabio Boni
Fotografia di Fabio Boni
Daniela Bruna Adami20.04.2017

Fabio Boni espone la sua mostra «I.S.A. Chierici» alla galleria Quasi Fotografo di via Carducci 29, da domani (inaugurazione alle 19) al 13 maggio.

Boni - nato a Reggio Emilia nel 1965 - è oggi uno dei più importanti ritrattisti italiani, pluripremiato e presente in numerose collezioni. Da quasi vent’anni impegnato nell’indagare il volto umano in chiave sociale-psicologica, ha esordito nel 1993 proprio con «Volti», un lavoro dedicato ai bambini e agli anziani, i poli estremi della vita. Negli anni Boni ha indagato altre facce in altri contesti, profughi, famiglie, comunità in festa, lavoratori, case, gente del circo (nel 2007 ha realizzato un progetto sulla storica famiglia veronese Togni), sempre con uno stile diretto, sincero, trasparente. Discendente contemporaneo della rigorosa tradizione del ritratto sociale sanderiano, è fedele da anni a scelte radicali che gli consentono di ridurre a grado zero la posa e l’espressione dei suoi soggetti.

 

Questa mostra del 2010 è dedicata agli studenti e agli insegnanti dell’Istituto d’arte Chierici di Reggio Emilia. Gli insegnanti sono fotografati a figura intera negli spazi nei quali lavorano; gli oggetti costruiti dai ragazzi sono presentati nella forma di delicati «still life» che ne mettono in evidenza le strutture e le materie, dunque le capacità di questi giovani; gli studenti sono ritratti su fondo bianco, più ravvicinati e con i volti in piena evidenza: sono i veri protagonisti di questa ricerca fotografica, testimoni del loro tempo. Gli studenti del Chierici fotografati da Boni, nonostante i loro abiti e le loro pettinature siano definiti da modelli culturali, hanno infatti espressioni uniche, con tutta l’eccezionalità da adolescenti del Terzo millennio.

 

La mostra rimarrà aperta tutti i giorni dalle 16,30 alle 19,30 fino al 13 maggio.

CORRELATI
Condividi la notizia