Le linee essenziali di Laurence Turina raccontano passione

L’artista LaurenceTurina
L’artista LaurenceTurina
E.CARD.22.06.2018

La calligraphie du désir è il tema della mostra personale di Laurence Turina che si inaugurerà alla Gran Guardia il 19 luglio per iniziativa del Club di Giulietta e con il patrocinio del Comune. L’esposizione resterà aperta una decina di giorni, fino al 29 luglio, tutti i giorni dalle 10 alle 20 a ingresso libero. Laurence Turina, 50 anni, di padre veronese e mamma belga, definisce Verona «la mia città del cuore» poichè, pur vivendo a Bruxelles, torna periodicamente nella città che ha imparato a conoscere ed amare fin da piccola. Da oltre 30 anni pratica la tecnica dell’Aïkido, un’energia condivisa tra arte marziale e arte in mutuo scambio di impulsi creativi. E così la sua arte è fatta di linee essenziali, di pochi colori che raccontano però molte emozioni. Nasce così la Calligraphie du désir, un ciclo di opere realizzate con il gessetto dedicato alla passione ispirata da Giulietta e Romeo, dove la coppia immortale è ritratta con poche linee essenziali, sui toni del bianco, del rosso e del nero, con movimenti che prendono vita sul filo dell’astratto, lasciando libera l’immaginazione. Come dice l’artista, «le rappresentazioni dei momenti dell’amore lasciano trasparire l’intimità di un’unione perfetta». E aggiunge: «Come nelle parole scritte, nella poesia e nella letteratura, anche nel segno grafico ognuno di noi può ritrovare un istante di vita, un’emozione vissuta o inspiegabilmente perduta». Le linee essenziali di Laurence Turina parlano di tenerezza, desiderio, amore passionale, abbandono della coppia nell’atto d’amore, linee che seducono l’immaginazione sempre con eleganza e finezza del tratto. Nel corso della mostra ci saranno anche letture di poesie, racconti e lettere a Giulietta per unire il segno alla parola in un percorso di vibrante umanità. •