Esposizione di manoscritti miniati alla Capitolare

F.Sagl.02.10.2018

I manoscritti miniati della Biblioteca Capitolare sono i protagonisti della nuova esposizione temporanea organizzata in collaborazione con Fondazione Discanto venerdì 5 ottobre alle 19.30. Elementi preziosi per adornare i volumi di decorazioni grafiche, ma anche di ulteriori significati, le miniature contenute nelle pagine degli antichi codici proposti. La miniatura è infatti chiamata anche ars illuminandi, probabilmente in virtù della luce ‘irradiata’ dalla pergamena per mezzo dei colori e della doratura, o forse per le lacche alluminate utilizzate. I visitatori potranno scoprire esemplari che attraversano ben tre secoli, dal XIV al XVI, come una delle nove coppie di corali, considerate il più importante corpus esistente della miniatura veronese del Trecento, un bellissimo messale, e un compendio di diritto canonico compilato da Uguccione da Pisa. Dal XV secolo arriverà un testo di botanica ricco di disegni dipinti a mano, contenente un’epitome di Pier Candido Decembrio delle “Vite” di Plutarco, dove troviamo illustrati personaggi della civiltà greca e romana, e ancora, un codice con capilettera miniati di Tito Livio. Per la visita guidata è consigliata la prenotazione al numero 045.8538071 o all’indirizzo e-mail info@capitolareverona.it. •