Fiorella: «Vorrei tornare in Arena con l'orchestra»

Dopo il bagno di folla con il tutto esaurito nel concerto per la Festa del Volontariato in Arena, Fiorella Mannoia ha incontrato i fan alla Fnac
Dopo il bagno di folla con il tutto esaurito nel concerto per la Festa del Volontariato in Arena, Fiorella Mannoia ha incontrato i fan alla Fnac
14.09.2010

Un altro bagno di folla per Fiorella Mannoia. Dopo il concerto dell'altra sera in Arena davanti a 14 mila spettatori, la cantante romana ha incontrato ieri il folto pubblico della Fnac che l'ha «assediata» con domande, richieste d'autografi e foto per oltre due ore, fino alla chiusura del megastore di via Cappello. «Volete sapere dove trovo l'energia per fare tutto questo?», ha chiesto la «rossa», più in forma che mai. «Da voi che siete la mia forza. È come un'onda d'energia: io la spingo verso di voi in concerto e voi la rimandate a me moltiplicata. Questo calore che sento nei miei confronti mi fa sentire una privilegiata».
Confessa ancora una volta il suo sogno di cantare con un'orchestra, in Arena, aggiungendo un particolare inaspettato: «Sì, vorrei avere alle mie spalle un'orchestra sinfonica. E visto che l'altra sera c'era qui Ennio Morricone, se posso sognare, vorrei che a condurla ci fosse lui. So che il Maestro è da molti anni che non si dedica alla musica leggera ma… Sognare non costa nulla!».
Anche uno spettacolo con ospiti come quello areniano che ha chiuso la Festa del Volontariato sembrava impossibile. «In realtà è stato più semplice del previsto; le cose complicate sono altre, per esempio donare i proventi del dvd Amiche per l'Abruzzo ai terremotati; la burocrazia è una macchina infernale. Per il concerto all'anfiteatro ho chiamato personalmente Cesare Cremonini, i Negrita e Noemi. Avevo contattato anche Giuliano dei Negramaro ma è negli Stati Uniti con il gruppo a registrare il nuovo disco. E volevo anche Renato Zero che però è impegnato nelle prove dei suoi prossimi concerti romani».
A chi le chiede cosa vorrebbe che il pubblico percepisse di lei, dice subito: «La mia onestà». All'ultima domanda, formulata da uno dei frati di San Bernardino sul significato del singolo Se veramente Dio esisti, Fiorella risponde: «Anni fa, a chi mi domandava se credevo, rispondevo che ero agnostica. Con gli anni sono cambiata; qualcosa è passato. Credo di credere ma non voglio dare un nome al mio dio». G.BR.