Navi da recordLa più grandeè «Symphony»

Il Jardin de Cactus
Il Jardin de Cactus
LU.FI.04.05.2018

Lo Strandkorb è l’equivalente tedesco dell’ombrellone con la sdraio. Ma come mai è così diverso da tutto ciò a cui siamo abituati? La spiegazione è molto semplice: la nobildonna Elfriede von Maltzahn era solita trascorrere le sue vacanze sulle spiagge del Mar Baltico, ma con l’avanzare dell’età e i reumatismi, passeggiare sulla sabbia non era proprio l’ideale. Nel 1882 si rivolse quindi a un mastro cestaio, tale Wilhelm Bartelmann, al quale chiese di trovare una soluzione al suo problema: trascorre ore sulla sabbia, comodamente seduta e al riparo dal vento e dai raggi solari troppo forti. Bartelmann accettò la sfida e ideò il primo Strandkorb, una speciale poltroncina da spiaggia con tettuccio reclinabile. Il successo fu immediato. Ma non siamo tutti tipi da spiaggia. Il Wattenmeer, quella striscia di fondale che rimane scoperta con la bassa marea, consente di fare incantevoli passeggiate guidate durante le quali scoprire anche tantissime curiose informazioni su questo ambiente così particolare e sui suoi abitanti. Il Parco Nazionale Wattenmeer dello Schleswig-Holstein è un’oasi naturalistica popolata da uccelli in pericolo di estinzione che vengono qui a covare. Le escursioni sono tantissime, tra cui una gita in barca a Friedrichskoog dove si possono osservare dal mare le colonie di foche. Nel Parco Nazionale Wattenmeer della Bassa Sassonia, sull’isola frisone orientale di Borkum, si possono invece osservare la nave-faro e uno scheletro di balena intero. I cicloturisiti possono scegliere di viaggiare sul percorso del Mar Baltico che si snoda per 1.095 chilometri tra Flensburg, città molto piacevole da visitare, e Ahlbeck/Usedom. Anche il Mare del Nord propone magnifici itinerari tra i prati salati e gli argini,con panorami mozzafiato da punti altrimenti difficilmente raggiungibili.