Sessant’anni per Madonna icona di stile

05.05.2018

«La mia aspirazione è diventare più famosa di dio». È solo una delle migliaia delle frasi provocatorie di Madonna, ex Material Girl, atleta del rock, che il 16 luglio ha spento 60 candeline e che negli ultimi trent’anni ha anticipato non solo le tendenze musicali, ma con i suoi look anche la moda, diventando icona e fonte d’ispirazione per intere generazioni e rimanendo la regina incontrastata di svariate classifiche: cantautrice, ballerina, produttrice e attrice. Mentre prepara il suo 14/o album, ciò che più l’ha tenuta occupata negli ultimi anni è la sua attività da business woman (tra le varie cose: linee di abbigliamento, palestre, profumi, cosmetici) e, ovviamente, quella di madre, soprattutto da quando ha scelto di trasferirsi a Lisbona per il bene dei suoi figli. È il 16 agosto del 1958 quando, a Bay City, in Michigan nasce Madonna Louise Veronica Ciccone. Prima ballerina, poi cantante e persino attrice, ogni sua mise diventa inevitabilmente un must. Dalla gonna di tulle: elemento chiave del suo stile anni 80, ai jeans strappati al trench over-sized. È la prima a sdoganare la lingerie come capo outerwear: prima con il reggiseno in vista poi con i bustier (e coppe a cono) disegnati da Jean Paul Gaultier. Indossa la lingerie solo con collant a rete e pantaloni gessati. Secondo il Guinness dei primati è lei l’artista femminile che ha venduto di più nella storia della musica (350 milioni di copie nel mondo).