Flora e fauna
La natura ispira
le passerelle baby

Il marchio Stefania punta sull’esotismo FOTO GIANNONIFlora e fauna per il brand indiano Pèro Proj3ct StudioIspirazione anni Cinquanta per MonnalisaDa oggi a Verona il via ufficiale alla stagione dei ribassi I trend di stagione? Borse di paglia e orecchini con nappine Ciniglia, volant e bikini monospalla sulle spiagge 2018
Il marchio Stefania punta sull’esotismo FOTO GIANNONIFlora e fauna per il brand indiano Pèro Proj3ct StudioIspirazione anni Cinquanta per MonnalisaDa oggi a Verona il via ufficiale alla stagione dei ribassi I trend di stagione? Borse di paglia e orecchini con nappine Ciniglia, volant e bikini monospalla sulle spiagge 2018
Elisa Pasetto 14.07.2018

Benvenuti nella giungla. L’universo della moda bimbo per l’estate 2019 si tinge di verde, esotismi di flora e fauna attraversati da tonalità diverse, stampe animalier ed esplorazioni vegetali. Il contatto con la natura è essenziale, sia in termini di sostenibilità (il plus è il cotone organico) che di esperienze di vita all’aria aperta. E così la moda si fa portavoce di tutto questo: le collezioni in mostra a Pitti Bimbo evocano esperienze all’aria aperta, il momento della vacanza, l’istinto al gioco e alla libertà. Ecco che il mondo della natura accende di vitalità capi di abbigliamento e accessori.

 

TRIPUDIO ANIMALIER. Da Petit Bateau è un tripudio di foreste tropicali, fondali marini ricchi di pesci e prati infiniti punteggiati di molteplici colori. Un viaggio full color nato per esaltare consistenze fresche e naturali, punteggiato da fioriture di bouquet (Little Marc Jacobs), profili di ruches e lavorazioni di pizzo alternate a patch. Forme costruite o scivolate interpretano texture leggere, rese uniche da un mare di stampe floreali e rigati. Mimisol traduce in stampa un’illustrazione di Fabrizio Sclavi, con un mare di fiori.

 

I FAVOLOSI FIFTIES. Poi drappeggi, plissé e cuciture evocano i favolosi Fifties. In effetti per le bambine gli anni Cinquanta sono una potente suggestione (compreso il color verde Tiffany da Miss Grant). Trionfano abiti bon ton in pizzo con nuvole di volants in georgette e gonne a corolla con stampe piazzate (Monnalisa). Audrey Hepburn, Grace Kelly, Lauren Bacall e Jackie Kennedy sono le icone di eleganza e femminilità, ispirano ad esempio, il brand Amelie et Sophie. È anni ’50 anche la nuova capsule collection di Disquared2, lanciata oggi con un vero «prom party». È romantica, infine, anche nuova linea dedicata alle bambine dai 4 a i 14 anni PM Paola Montaguti, ricca di balze e rouches. I ricami e gli antichi merletti sono il must anche da Stefania, al debutto in passerella oggi.

 

MASCHIETTI PREPPY E NAVY. Per i maschietti le collezioni dallo spirito giocoso strizzano l’occhio al registro preppy con shorts in denim e bomber in nylon. Guardano ai fratelli maggiori iscritti alle università dell’Ivy League, adottando un look casual preppy composto da felpe, t-shirt e più formali polo. E sono i toni dell’American Flag a colorare questo mood, affiancati a classici grey melange e blu navy.

 

CHILDRENSWEAR. Intanto arrivano buone notizie positive per il settore della moda bimbo: secondo i dati elaborati da Sistema Moda Italia nel 2017 il childrenswear (0-14 anni) è interessato da una dinamica di segno positivo, assistendo peraltro ad un’accelerazione del ritmo di crescita rispetto agli anni precedenti (+3,6%) con un fatturato che sale a 2,8 miliardi di euro.

 

DOVE SI COMPRA. Per quanto riguarda il canale distributivo, in Italia le catene si confermano al primo posto (con un’incidenza del 50,7% sul totale), nonostante un -1,5%. Risulta premiato l’universo della Gdo (+2,4%), i grandi magazzini (+2,8%). Il canale digitale, pur circoscritto a quota 4,0%, si muove favorevolmente, crescendo del +19,6%. • © RIPRODUZIONE RISERVATA

Primo Piano
 
Condividi la Notizia
 
Sul sentiero per il Fraccaroli

Cade sul Carega,
trovata morta
il giorno dopo

Condividi la Notizia