Ma dove vai
se l’app non ce l’hai

La Posta della Olga
La Posta della Olga
Silvino Gonzato21.08.2018

Con le app sul telefonino - scrive la Olga - oggi si fa tutto. Grazie a un'app - lo ha annunciato l'Amt - puoi trovare il posto dove parcheggiare l'auto in centro senza dover girare come n'ava mata. Non so come funziona e non lo capirò mai né la saprò mai usare ma non posso fare a meno di essere grata all'Amt che ci semplifica la vita. «Gino - ho detto a mio marito appena l'ho saputo - gh'è l'app anca...». «Par trovar le damigiane ude - mi ha risposto senza lasciarmi finire di parlare -. L'oste Oreste prima el dovéa scorlarle ma adesso ghe basta l'app e el le trova anca al scuro, sensa impissàr la luce de la cantina». Il mio Gino sapeva già anche dell'app per il parcheggio facile perché al bareto le notizie arrivano prima che ai giornali e mi ha detto che, secondo lui, non è una buona idea perché a Verona la ricerca del posto dove infilare l'auto ha il fascino della scoperta come nella caccia al tesoro. E mi ha ricordato quante volte andiamo in centro e, dopo aver girato due ore e aver visto più volte i lungadige, i ponti, il Teatro Romano, l'Arena (da distante), i portoni della Bra, Porta Nuova e i cavalli del ponte della Vittoria, torniamo a casa senza aver trovato un buso per la macchina ma contenti di esserci lustrati gli occhi con le bellezze della città. «No catémo el tesoro - ha aggiunto - ma tuto quel che avémo visto el ne ripaga de la picola delusión». Le chiama "visite guidate" perché fatte guidando l'auto. La Elide mi ha detto che c'è un'app anche per métar su el minestrón a distanza. Il giorno che è tornata col suo Remigio dalle vacanze in Croazia, l'ha trovato già pronto. Ce n'è una anche per i ladri in casa. Sul telefonino appare la figura stilizzata di un ladro col sacco sulle spalle e tu che sei al mare non ci puoi fare niente ma intanto sai che quando torni trovi tutto per aria. L'app, insomma, ti evita almeno la brutta sorpresa. Arriverà il giorno in cui faremo tutto con le app e passeremo la vita a gratàrne la pansa perché ci penserà la tecnologia, per esempio, anche ad avvisarci in anticipo che di lì a poco ci scapperà di andare al cesso. E chi non avrà installato l'app dovrà fare all'antica, cosa che lo farà sentire profondamente a disagio perché superato dai tempi. Ma io alla vita semplificata dalle app preferisco quella complicata della troglodita. • © RIPRODUZIONE RISERVATA

Primo Piano
Maltempo
 
Condividi la Notizia
 
Condividi la Notizia
 
La cantautrice Galiazzo ieri a Verona

Chiara sceglie il Ristori
per registrare l’orchestra

Condividi la Notizia