Pinot Grigio è Doc
Zaia: «Una Ferrari
da usare bene»

Zaia «lancia» il Pinot Grigio
Zaia «lancia» il Pinot Grigio
10.04.2017

«Oggi lanciamo una sfida identitaria, nella quale però ognuno dei protagonisti ha saputo rinunciare a un pizzico della sua per far nascere un Consorzio al quale le Istituzioni consegnano una Ferrari chiavi in mano e con il pieno di benzina. Dobbiamo andare uniti sui mercati e puntare alla qualità e a un prezzo adeguato, remunerativo».

Con queste parole il Presidente della Regione Veneto Luca Zaia al Vinitaly ha descritto la nuova Doc Pinot Grigio delle Venezie, che riunisce in un Consorzio interregionale il Veneto, il Friuli Venezia Giulia e la Provincia autonoma di Trento.

Zaia ha ricordato che più del 50% della produzione in questione è veneta, «ma in questo caso dobbiamo essere più uniti che mai e assolutamente alla pari, perché entriamo in un mercato che è un negozio di cristalli e vogliamo vincere». Nel Triveneto i vigneti della nuova Doc valgono un potenziale produttivo di quasi 2 milioni di ettolitri, 260 milioni di bottiglie e 24 mila ettari.