Asta benefica
con magnum
e vini storici

L’asta di Christie’s ha richiamato appassionati da tutto il mondo per i vini d’eccellenza FOTO MARCHIORI
L’asta di Christie’s ha richiamato appassionati da tutto il mondo per i vini d’eccellenza FOTO MARCHIORI (DAMATOA)
I.N.10.04.2017

Le annate storiche dei migliori vini prodotti sul suolo nazionale, le magnum e le doppie magnum più prestigiose, le bottiglie ad edizione limitata alcune della riserva privata degli stessi produttori battuti all’asta per beneficenza. A palazzo Giusti, ieri sera, si sono riuniti appassionati e cultori del vino da varie parti del mondo, dall’oriente all’occidente, per sfidarsi ed aggiudicarsi l’eccellenza vinicola italiana. E veronese.

 

I quasi cento lotti messi all’asta sono stati battuti l’uno dopo l’altro e ciascuna bottiglia è stata venduta a una media di 400euro. Ma non sono mancate puntate ben più alte, aggiudicate tra l’altro da alcune storiche annate made in Verona, anzi in Valpolicella. I 3 magnum Allegrini La Poja, Corvina Veronese 2000 – 2004 – 2006, sono stati battuti per ben tremila euro. Sopra la media anche l’Amarone classico Bertani del ’67 aggiudicato a 900euro.

 

La serata è stata organizzata dal Comitato Grandi Cru d’Italia che ha fatto battere le eccellenze dei propri soci alla casa d’aste Christie’s Milano. Parte dei proventi della serata sarà devoluto nei prossimi giorni a Dynamo Camp, il primo Camp di Terapia Ricreativa in Italia per bambini e ragazzi affetti da patologie gravi e croniche, sull’esempio del primo camp organizzato negli Stati Uniti da Paul Newman e che negli anni scorsi ha visto partire, tramite l’Abeo, per un periodo di svago lontano da ospedali e luoghi di cura anche alcuni giovani veronesi.

CORRELATI