Anteprima Amarone:
la sorpresa dei giovani

Visitatori all’Anteprima Amarone che si è svolta alla Gran Guardia FOTO MARCHIORI
Visitatori all’Anteprima Amarone che si è svolta alla Gran Guardia FOTO MARCHIORI (BATCH)
Valeria Zanetti31.01.2017

 

Anteprima Amarone fa il pieno di stampa nazionale ed internazionale. Accoglie il grande pubblico, con la sorpresa dei giovani che visitano gli stand, cercano il contatto con i produttori, si informano sul grande rosso. E infine, per la prima volta, apre agli operatori con la formula della fiera settoriale e fa centro raccogliendo anche le adesioni di molti importatori e distributori esteri. È il bilancio della tre giorni organizzata dal Consorzio per la Tutela dei Vini Valpolicella in Gran Guardia, aperta sabato e che si è chiusa ieri. In vetrina il millesimo 2013, presentato da 78 aziende che hanno portato in assaggio anche vini di annate precedenti.

 

OPERATORI E MEDIA. La rassegna ha richiamato circa 2.800 presenze fra operatori, stampa e appassionati. Sabato sono stati 235 i giornalisti che hanno partecipato alla giornata loro dedicata, che ha registrato una massiccia presenza dei media esteri, da 16 i Paesi (Australia, Austria, Brasile, Canada, Cina, Francia, Germania, Gran Bretagna, Hong Kong, Kazakistan, Olanda, Polonia, Russia, Spagna, Stati Uniti e Svizzera). Non sono mancate le delegazioni Ais (associazione italiana sommelier), Fisar (ente nazionale per la promozione del vino) e Onav (organizzazione nazionale assaggiatori vino).

 

PUBBLICO GIOVANE. L’apertura domenicale al pubblico ha invece totalizzato duemila ingressi. «Tantissime le donne ed i giovani under 30 interessati alla cultura del vino, a conoscere le aziende ed i processi produttivi. Ci ha sorpreso la presenza di tanti visitatori di altre province e regioni», spiega Olga Bussinello, direttore del Consorzio. Azzeccata anche l’idea di dedicare una giornata intera, ieri, agli operatori: distributori, importatori, titolari di imprese di ristorazione, alberghiere, enoteche. «Già la settimana scorsa avevano acquistato 300 biglietti on line, a cui vanno aggiunti quelli comprati sul posto. Hanno approfittato di questa opportunità anche diversi buyer esteri, provenienti da Finlandia, Germania, Svezia, Svizzera. Sono arrivati importatori dall’Estremo Oriente e dal Kazakistan», afferma.

 

PROSSIMA EDIZIONE. L’appuntamento per la prossima Anteprima Amarone è per il gennaio 2018, quando si festeggerà il cinquantesimo anniversario dal riconoscimento della denominazione di origine Valpolicella, la prima Dop di vino rosso in Veneto, seconda solo al Prosecco, con una produzione lorda vendibile che si è attestata oltre i 20mila euro ad ettaro nella vendemmia 2016, nel corso della quale sono stati raccolti 926mila quintali di uve, 327mila messi a riposo per Amarone e Recioto.